Gurrieri

La storia di Gurrieri, nel panorama della viticoltura siciliana, nasce da una passione di famiglia. Giovanni ed Angela,
nati e cresciuti con la passione agricola e contadina di papà Vincenzo e mamma Graziella che producono insieme uva
da cinquant’anni, continuano la tradizione familiare e decidono di produrre uva, vino e olio in Sicilia, a Chiaramonte
Gulfi, in provincia di Ragusa. Il sogno di fare un vino siciliano, che rappresenti l’identità del territorio di nascita, inizia
nel 2010 con il primo imbottigliamento.
Siamo nelle campagne dei Monti Iblei, nella fertile Val di Noto, nella zona dell’unica DOCG Siciliana, quella del
Cerasuolo di Vittoria. Dopo anni di tradizione e di coltivazione per produrre vino e olio ad uso familiare, Giovanni
mette in produzione i 3,2 ettari di proprietà nelle campagne di Chiaramonte Gulfi e Mazzarrone e, razionalizzando
le aree più vocate alla produzione vitivinicola dell’area, prende in affitto anche circa 3 ettari, a Chiaramonte Gulfi.
La tradizione agricola familiare diventa così un’attività aziendale ma di nicchia, per produrre vini di grande pregio,
capaci di rispettare la terra d’origine e di valorizzarla attraverso i suoi migliori frutti. Per ciascuna etichetta, si
producono piccole quantità: 3000 bottiglie circa. Nasce così la “collezione” Gurrieri che diventa il riflesso della
vocazione agricola e contadina del ragusano.
La famiglia oggi lavora unita per produrre vini Docg e Igt di Sicilia, coltiva in biologico e valorizza vitigni autoctoni
come il Nero d’Avola, il Frappato, il Grillo e un vitigno internazionale, il Syrah, bene adattato ai suoli e al clima
siciliano. Papà Vincenzo, Don Vicè, a cui sono dedicati alcuni vini, continua il suo lavoro in vigna da lavoratore
instancabile ed appassionato. Mamma Graziella cura la parte amministrativa dell’azienda e si occupa della famiglia.
A lei i figli dedicano lo Spumante Metodo Classico da uve Nero d’Avola e Frappato vinificate in bianco, che prende
il nome di “Donna Grazia”.
I vini raccontano l’immutata bellezza della tradizione contadina nell’incontaminata natura dei Monti Iblei. Nelle
vigne, coltivate in biologico e nel rispetto della terra, i filari ricamano i declivi di un terreno dai riflessi argillosi,
“paradiso” naturale per la vite, con i muretti a secco di pietra bianca che arricchiscono il paesaggio. I suoli di
origine calcarea donano ricchezza e complessità. Il clima mediterraneo ventilato, qui contraddistinto da importanti
escursioni termiche, contribuisce a dare al prodotto forza, vigore, profumi e sapori unici.

I vitigni
L’azienda agricola dalla coltivazione dei pregiati vitigni autoctoni, Nero d’Avola e Frappato, ottiene sia il Nero d’Avola
ed il Frappato in purezza, sia il D.O.C.G. Cerasuolo di Vittoria Classico ed il Donna Grazia (vinificato in Rosato ed in
Bianco e spumantizzato col Metodo Classico).
Il Nero d’Avola, detto pure Calabrese, è un antichissimo vitigno siciliano, da sempre coltivato tra le dolci colline dei
Monti Iblei, nella provincia di Ragusa. Il Frappato, vitigno originario della zona di Vittoria, viene coltivato in azienda
con rese misurate in modo da offrire tannini particolarmente dolci e fini. Il Frappato vinificato in purezza dà un vino
di grande suadenza, dagli aromi fruttati che offrono l’ideale complemento alla maggiore forza del Nero d’Avola,
aumentandone la complessità e rendendo armonici il Don Vicè ed il Donna Grazia.
Il Cerasuolo di Vittoria, prima ed al momento unica DOCG siciliana, è un rosso di forte ed antica tradizione e deve la
sua identità al connubio fra la forza del Nero d’Avola e la gentilezza del Frappato che lo rende un vino asciutto, pieno,
rotondo e piacevolmente fragrante ed elegante.
Tra i vitigni coltivati anche il Grillo, vitigno autoctono, dal quale nasce il Grillo in purezza. Un bianco che esprime note
di freschezza e buona acidità, grazie alle particolari condizioni pedoclimatiche della zona. L’unico alloctono coltivato
è il Syrah, un vitigno che si è adattato molto bene al suolo e al clima siciliano e che, nella valorizzazione che ne fa la
cantina Gurrieri, si esprime in tutta eleganza.
I vini nascono dalla selezione meticolosa di uve, coltivate senza l’utilizzo di chimica di sintesi, vendemmiate a mano
in due tempi per ottenere il massimo risultato da maturazioni differenziate, trasportate in piccole casse per non
maltrattare gli acini, refrigerate, sofficemente pigiate e vinificate (con lunga macerazione per i rossi) in impianti a
termoregolazione preimpostata. Dopo la conversione malolattica, il vino viene travasato in botti di legno o silos di
acciaio dove matura; successivamente all’imbottigliamento, segue un periodo di affinamento in bottiglia, necessario
a far esprimere appieno il potenziale.
I vini Gurrieri convincono il palato per la loro avvolgenza, il loro carattere e la loro armonia. A contraddistinguerli,
inoltre, la sapidità e l’eleganza.

The future of great wine

Great wines for less

Find my wine
x
This website uses cookies to ensure you get the best experience on our website. Learn more I accept